Siamo in un garage degli anni ‘70 e due ragazzi stanno inventando il futuro.

No, non stiamo parlando della Apple di Jobs e Wozniak: questo garage non è in California ma ad Arezzo, in Italia, e questi ragazzi sono Daniele Conti e Luciano Secciani.

Cresciuti gomito a gomito sui banchi di scuola dell'Istituto Tecnico, Luciano e Daniele condividono sin da bambini la passione sfrenata per l’elettronica e lo spirito di intraprendenza. Ma solo alle superiori arriva la rivelazione, quando per sbarcare il lunario realizzano un kit per l’accensione elettronica delle auto e lo rivendono al meccanico locale. I due capiscono subito che c’è mercato per le soluzioni elettroniche, e che la loro passione per i circuiti può essere molto più che un hobby: può diventare un’impresa. Ed è così che nell’aprile del 1979, come nelle più classiche storie di innovazione, due ragazzi legati dalla passione per l’elettronica prendono in affitto un'autorimessa e vi insediano la propria fucina creativa: il laboratorio di elettronica SECO... Leggi la storia di SECO